INTERVISTA AL DOTT. ASIF KHAN, CHIROPRATICO E SPECIALISTA UPPER CERVICAL

Parliamo della Cura Chiropratica Upper Cervical nel trattamento di insufficienza venosa cerebro-spinale e sclerosi multipla. Ci può dire qualcosa in merito a queste due patologie?

La sclerosi multipla è considerata principalmente un disturbo di demielinizzazione, ma è una patologia ancora in parte incompresa perché, pur essendo definita come disturbo di demielinizzazione, la distruzione della mielina avviene solo in alcune aree del cervello, mentre alcune altre aree ne sono risparmiate. Sono state elaborate alcune teorie interessanti con applicazioni sorprendenti incentrate sull’insufficienza di circolazione sanguigna al cervello. Una di queste è la terapia per la CCSVI (insufficienza venosa cronica cerebrospinale) che mira ad aprire il lume delle vene con un’angioplastica, che è una procedura chirurgica.

Quando si parla di tecnica Upper Cervical e di come può essere d’aiuto in caso di sclerosi multipla, abbiamo visto cambiamenti interessanti in pazienti che riferiscono un miglioramento nelle condizioni di salute. Di recente sono anche stati pubblicati i risultati di studi clinici frutto del lavoro congiunto di chirurghi vascolari e specialisti Upper Cervical che hanno evidenziato una correlazione fra il drenaggio venoso e la posizione, o meglio, il malposizionamento della colonna cervicale superiore che porta ad una Disfunzione Neuro-Strutturale.

In cosa consiste esattamente la Cura Chiropratica Upper Cervical? In che cosa differisce dagli altri tipi di cure disponibili?

La chiropratica classica si occupa della colonna vertebrale e di qualsiasi disturbo correlato per alleviare la sintomatologia muscolo-scheletrica e principalmente il dolore. La Upper Cervical è una specializzazione nel campo della chiropratica che si concentra specificamente sulla normale funzionalità neuro-strutturale della parte superiore del collo e di quello che si attua al suo interno, cioè la funzionalità dei nervi, il flusso del fluido cerebrospinale e l’integrità strutturale ossea. Il nostro obiettivo è un’analisi precisa e la correzione di qualsiasi anomalia strutturale che può risultare in sintomi neurologici. Di base è un raffronto con alcuni parametri di riferimento ed il rilevamento e la correzione delle anomalie. Infatti, esattamente come ci sono parametri di riferimento nella valutazione del colesterolo, della pressione sanguigna, della temperatura corporea ecc., ci sono anche parametri di riferimento per valutare la correttezza dell’assetto delle vertebre alte cervicali. Se vogliamo fare un paragone, quando si verifica un’anomalia nei valori del colesterolo, le conseguenze non diventano sensibili (sintomatiche) se non molto in seguito, per questo si fanno controlli periodici dei valori sanguigni. Allo stesso modo, un qualsiasi mal allineamento della colonna cervicale superiore  non si percepisce nell’immediato ma produce conseguenze nel tempo. Pertanto raccomandiamo di verificare il corretto allineamento per assicurarci che anche qui tutto sia a posto.

Come e dove nasce la Cura Chiropratica Upper Cervical?

Il metodo chiropratico Upper Cervical è stato elaborato negli Stati Uniti più di 80 anni fa, cioè molto prima che si sviluppassero le più moderne tecnologie di diagnostica per immagini ed è il frutto di ricerca scientifica di assoluto rigore nello studio nella gestione delle disfunzioni neuro-strutturali. Ricerca meticolosa e continua grazie alla quale si è avuto successo nel trattamento di pazienti affetti da patologie neurodegenerative. In epoca moderna, gli strumenti di diagnostica per immagini hanno semplicemente convalidato quanto rilevato e teorizzato in decenni di pratica. La porzione alta cervicale è un elemento critico per la salute del cervello e del midollo e di conseguenza lo è anche per la salute tutta. Noi speriamo che i nuovi strumenti diagnostici servano ad indirizzare la futura ricerca verso ulteriori sviluppi nella cura della colonna vertebrale. Infatti la cura della colonna, soprattutto della colonna alta cervicale, può contribuire a ridurre l’incidenza e la gravità delle malattie neurodegenerative. Può anche aiutare a prevenirne innanzitutto l’insorgenza. Senza contare che, essendo accessibile in termini di costo, è anche un perfetto investimento.

Quello che segna la differenza fra il nostro intento nella tecnica Upper Cervical e gli altri tipi di terapie, siano essi medici o alternativi, è il ruolo del fattore causante. Noi non cerchiamo di curare il sintomo o la sua percezione. La nostra attenzione non è puntata sul sintomo perché esso è per sua natura una conseguenza, ma cerchiamo la causa, ed il fattore causante è l’allineamento neuro-strutturale della colonna cervicale superiore e del suo contenuto e, nel caso delle patologie neurodegenerative, la sua irregolarità.

Quali sono le prospettive per pazienti affetti da insufficienza venosa cerebro-spinale o da altri disturbi neurodegenerativi come il Parkinson, l’Alzheimer ecc. che decidessero di sottoporsi alla cura chiropratica?

Abbiamo aspettative elevate per i pazienti in quanto affrontare la causa sottostante dei loro disturbi derivati (cioè la sintomatologia) porta benefici sorprendenti. Se ci concentriamo sull’integrità neuro-strutturale dell’articolazione cranio-cervicale e ci assicuriamo che sia in posizione stabile da consentire il normale flusso del fluido cerebro-spinale, permettere una normale ossigenazione, permettere una segnalazione neurologica normale, senza compressione su nervi o vene, diamo al cervello e quindi al corpo migliori possibilità di ripresa.

Qual è la durata della terapia? Chi è in grado di praticarla?

Il percorso ha diverse fasi che dipendono dal grado di gravità della disfunzione neuro-strutturale. Senza una valutazione individuale specifica è impossibile da dire. Ad ogni modo sottolineiamo con i nostri pazienti che non ci sono cure miracolose o soluzioni immediate. I disturbi neuro-degenerativi si sviluppano nel corso di anni e peggiorano con il passare del tempo. Per noi è imprescindibile prima di tutto valutare se la nostra proposta è applicabile nel caso sintomatico specifico. E’ per questo che offriamo un colloquio preliminare gratuito per inquadrare la gravità del caso ed il corretto approccio ove necessario.

Sapere è potere e ci piace dare le informazioni scientifiche il più aggiornate possibile. Non sono molti gli specialisti a livello mondiale che hanno la formazione per fornire questo tipo di assistenza. Infatti bisogna essere non solo dottori in chiropratica, ma anche conseguire una specializzazione post-laurea certificata in metodica Upper Cervical. Non è un percorso accademico breve o facile e siamo orgogliosi di averlo compiuto e soprattutto dei risultati che ci consente di raggiungere.

I pazienti che vi si sottopongono sono esposti a rischi particolari? Ci sono categorie di pazienti a cui tale Cura Chiropratica è sconsigliata?

La nostra analisi neuro-strutturale preliminare è così dettagliata e precisa proprio con l’intento di escludere rischi e fornire una soluzione estremamente sicura ed efficace per aiutare i pazienti nella ripresa. I pazienti Upper Cervical non appartengono necessariamente ad una categoria. Per quanto sia entusiasmante vedere diminuire le sintomatologie derivate nei pazienti che soffrivano di problemi neuro-degenerativi, riconosciamo anche che gli stessi disturbi avrebbero potuto essere individuati prima ed essere persino prevenuti se fosse stata fatta a tempo debito una valutazione meticolosa da un professionista specializzato.

Queste sono le mie linee guida: se il paziente ha subito un qualsiasi trauma nella sua vita, sia esso tanto lieve quanto un processo di nascita faticoso (naturale o con taglio cesareo) o un infortunio nell’adolescenza o un trauma nell’età adulta, deve, e insito, deve farsi fare un controllo per assicurarsi di non aver subito un danno potenzialmente importante in questa zona così delicata. Quando parlo di danno intendo due tipi di trauma: micro-trauma e macro-trauma. La categoria dei macro-traumi comprende ovviamente i colpi di frusta, gli incidenti stradali, le cadute sul lavoro ecc. I micro-traumi sono più insidiosi e sono la maggior parte dei casi che vedo ultimamente, dove posture anomale protratte della testa per cattiva postura generale, cattiva ergonomia dei luoghi di lavoro/studio/vita in casa, posizioni errate nel sonno possono portare ad una sollecitazione negativa continua con conseguente slittamento della colonna cervicale superiore. L’unico modo per sapere esattamente se il problema sussiste è fare un colloquio dettagliato e le relative indagini.

Esistono alternative valide alla Cura Chiropratica Upper Cervical nel trattamento delle patologie sopra menzionate? Quali sono, invece, i vantaggi di questo tipo di terapia?

Nuovi modi di combattere ed alleviare i sintomi dei disturbi neuro-degenerativi vengono elaborati continuamente. Possono essere cose minori come cambiare le abitudini alimentari fino a procedure chirurgiche impegnative e sono tutti metodi validi a loro modo. Tuttavia, sono sempre trattamenti sintomatici, cioè cure per gli effetti della disfunzione neuro-strutturale. Il vantaggio che offriamo e di cui siamo fieri è il fatto che lavoriamo fianco a fianco con gli altri professionisti a mano a mano che capiscono le implicazioni profonde del nostro metodo e comprendono che cerchiamo di affrontare la causa del problema invece che la gestione delle variazioni sintomatiche quotidiane.

 

_mg_7162

Il dr. Asif Khan ha conseguito la laurea al Palmer College of Chiropractic (Florida, USA), laurea magistrale in Gestione Sanitaria, dottorato in Chiropratica e specializzazione in Upper Cervical al TIC Institute (che fa parte del Kale Research Network), come pure riconoscimenti locali d’eccellenza nella professione. Ulteriori informazioni sono reperibili nel sito www.uppercervical.it

Il centro Upper Cervical di Cattolica è la sede principale di attività del dott. Khan che esercita continuativamente a Cattolica da più di tre anni.

Presso il centro è presente un impianto di radiologia unico in Europa che consente l’analisi tridimensionale del paziente in posizione ortostatica su tutti i piani dello spazio, permettendo così la raccolta di dati radiografici totalmente coerenti su cui è possibile elaborare un’analisi digitalizzata estremamente precisa per l’elaborazione di correzioni vettoriali specifiche per le esigenze dei singoli pazienti.

Lo studio dispone anche di un’ampia sala corsi ove periodicamente vengono tenuti seminari monografici sulle applicazioni della tecnica Upper Cervical, come pure su argomenti di interesse generale inerenti a vari aspetti della cura della salute.

Per l’unicità dei servizi forniti, il centro è un punto di riferimento per pazienti che provengono non solo dal territorio immediatamente circostante (San Marino, Romagna e Marche) ma anche da molto più lontano (Bologna, Modena, Brescia, Viareggio, Firenze e Pescara).