La ricerca mostra che l’80% della popolazione prima o poi nella vita farà l’esperienza del mal di schiena. Dopo il comune raffreddore, la lombalgia è infatti la causa principale di assenza dal lavoro, con un conseguente impatto economico enorme in termini di produttività persa e costo delle terapie.

Allora, se è un problema così dilagante, vi chiederete quali sono le opzioni disponibili per trattarlo. Ci sono due categorie di opzioni. Le più comuni sono le soluzioni “cerotto”: infiltrazioni, analgesici, terapia manuale o posturale ed altri trattamenti per arginare il mal di schiena nel breve termine. Ma il difetto intrinseco di questi trattamenti è che hanno solo l’obiettivo della riduzione dei sintomi. All’inizio aiutano, ma il loro effetto è temporaneo, perché non producono la correzione della causa del problema.

Alla Upper Cervical ci proponiamo invece di ottenere risultati durevoli. Nel mio lavoro, l’obiettivo è la Correzione Strutturale e mi occupo esclusivamente dell’allineamento e della biomeccanica dell’articolazione cranio-cervicale. Sebbene io non agisca direttamente sulla zona lombare, vedo di continuo pazienti con il mal di schiena che con Upper Cervical migliorano progressivamente e con soddisfazione, là dove svariati tentativi precedenti li avevano spesso lasciati con risultati precari.

Spesso all’inizio ci viene sollevata l’obiezione “Cosa c’entra il mio collo con il mio mal di schiena? Io mica soffro di cervicale”, ma è molto semplice da capire. Seguite il ragionamento. Senza scendere troppo nel tecnico e con i termini più semplici possibili, considerate questo:

  1. Indipendentemente da dove viene percepito il dolore, esso è sempre elaborato dal cervello. Ci sono numerosi Disturbi Secondari dove non c’è nulla di fisicamente sbagliato da diagnosticare ma dove il dolore c’è ed è reale (chi soffre di fibromialgia lo sa molto bene). Il corretto allineamento di testa e collo consente al tronco encefalico di trasmettere correttamente i messaggi che arrivano dal midollo spinale senza che si crei una congestione ed una ipersensibilità agli impulsi dolorosi a livello di sistema nervoso centrale.
  2. La Sindrome dell’Antepulsione del Capo, dove la posizione della testa è slittata in avanti rispetto alle spalle, sembrerà irrilevante, ma il peso medio di 5kg della testa che grava fuori dalla sua posizione naturale mette in continua tensione forzata i muscoli del collo e della schiena e lo sforzo di controbilanciamento aumenta esponenzialmente tanto più la testa è in avanti. Sembrerà curioso, ma i pazienti che soffrono di mal di schiena e di cervicalgia, vedono migliorare la schiena prima del collo, anche se le correzioni che faccio sono solo applicate al collo.


Antepulsione del capo e carico progressivo su collo e schiena

 

  1. Secondo uno studio pubblicato nel 2013 sul Journal of Neurosurgery, le difformità nel collo condizionano l’allineamento di anche e pelvi perché queste strutture sono collegate da una complessa imbragatura muscolare. In altre parole, dove va la testa, va il collo e poi la schiena. E viceversa.


Una situazione comune data dallo slittamento strutturale del collo

Sia che vi sia stato detto che il problema sia la vostra articolazione sacro-iliaca, o un disco erniato, la Correzione Strutturale potrebbe essere ancora la risposta che cercate. Sebbene non tutti i casi di mal di schiena siano riconducibili ad uno slittamento strutturale nel collo, quest’ultimo rimane un fattore importante ma spesso sottovalutato dai dottori. Quindi, piuttosto che lasciarvi categorizzare in base ad un modello basato solo sui sintomi, noi vi consigliamo di affidarvi a qualcuno che guardi alla visone d’insieme del corpo e a come la struttura del collo può avere un impatto sul resto della colonna e sul sistema nervoso centrale.