Chiunque mi conosca o che si sia interessato al mio lavoro sa che sono un appassionato di esercizio e forma fisica; questa newsletter non è sui benefici dell’esercizio fisico; a questo punto credo che sia per tutti un concetto ormai acquisito.

Oggi voglio identificare gli ostacoli che possono rendere il vostro allenamento meno efficiente e tale da aumentare il rischio di infortuni.

Prima di tutto, diamo un’occhiata a queste due figure:

 

Guardando queste due immagini, facciamoci alcune domande:

  • Chi dei due farà un sollevamento più efficiente?
  • Chi dei due riuscirà a reggere un peso maggiore in posizione di squat?
  • Chi dei due è più probabile che riduca il rischio di infortunio?

Io scommetto sull’atleta di destra. E’ una questione di buon senso. Un appoggio in squadro è un elemento critico per il power lifiting. Non è un optional.

Ora, questo è un problema che si può correggere in molti modi. Si potrebbe affrontare risolvendo alcuni problema di tecnica. Può essere un problema di flessibilità/muscolatura. Può essere una gran varietà di cose. Il mio lavoro non è quello di diventare il vostro nuovo preparatore atletico, fisioterapista o allenatore. Se avete problemi di questo tipo, dovete rivolgervi allo specifico professionista.

Invece, in molti dei casi che vedo nel mio ambulatorio, il problema è una Anomalia Strutturale. Mentre la maggior parte della gente guarderà la postura di sollevamento in superficie, io invece devo valutarla da dentro.

Negli ultimi anni ho avuto il piacere di lavorare con ciclisti, calciatori, triatleti, corridori, power lifters e atleti di Crossfit. Anche solo per la quantità di allenamento e lavoro che hanno imposto al loro corpo, è quasi inevitabile che incorrano in anomalie strutturali.

La parte peggiore però è che molte volte spostamenti come questi possono avvenire senza dolore né disturbi secondari e passare così inosservati. È tipico per gli atleti puntare al limite della performance, correre più veloce, sollevare più peso, lanciare più lontano. Ma tutto questo richiede una colonna vertebrale ed un sistema nervoso che funzionino normalmente.

Pensateci: se il vostro corpo fosse come una casa, permettereste mai che le fondamenta non fossero in squadro? Ovviamente no. La casa avrebbe un sacco di problemi. Poi, quando il disallineamento cominciasse a fare i suoi effetti sulle tubature e sul sistema elettrico, allora sì che avreste un GROSSO problema da affrontare.

Se fate sul serio quando mirate ad obiettivi superiori di forza/condizione fisica, allora una valutazione strutturale diventerà una tappa critica della vostra crescita come atleti.

Dott. Asif Khan
Specialista Upper Cervical
www.uppercervical.it
Tel. 389 5594700