fbpx
Chiamate 389 5594700 per prendere un appuntamento o cliccate qui

DISTURBI CONVULSIVI ED EPILESSIA

L‘EPILESSIA È UNA CONDIZIONE, RELATIVAMENTE COMUNE CHE INTERESSA CIRCA L’1% DELLA POPOLAZIONE, CON 30.000 NUOVE DIAGNOSI FORMULATE OGNI ANNO IN ITALIA.

L’epilessia è una condizione relativamente comune che interessa circa l’1 % della popolazione, con picchi di maggior incidenza nei bambini e nella terza età. In Europa circa 6 milioni di persone soffrono di epilessia in fase attiva (cioè con crisi persistenti e/o tuttora in trattamento). In Italia l’epilessia conta circa 500.000 persone affette e 30.000 nuovi casi per anno.

In tre quarti dei casi di epilessia l’esordio avviene prima dei 20 anni. I sintomi possono includere convulsioni, temporanea sospensione dello stato di coscienza, spasmi muscolari, scuotimenti incontrollabili. Quando le crisi convulsive si manifestano più di una volta sono chiamate epilessia.

Cosa causa convulsioni ed epilessia?

L’epilessia si verifica a causa di un’attività elettrica anormale nel cervello.Le cellule cerebrali comunicano inviando segnali elettrici con una sequenza ordinata. Nell’epilessia, questi segnali elettrici diventano anormali, provocando una “tempesta elettrica” che genera le convulsioni.

La causa dell’epilessia e dei disturbi convulsivi è poco chiara alla comunità medica; i ricercatori continuano comunque a concentrare la loro attenzione sui traumi come fattori scatenanti per molti soggetti.Indipendentemente dall’età, una lesione alla testa o un trauma al collo e/o alla parte superiore della schiena possono giocare un ruolo fondamentale nello sviluppo di convulsioni.In alcuni casi pediatrici la lesione può avere luogo durante il parto.

Le convulsioni possono iniziare subito dopo una lesione oppure, in alcuni casi, svilupparsi a distanza di mesi o anni.

Trattamenti medici comuni per disturbi convulsivi ed epilessia

Secondo la Physician’s Desk Reference, i farmaci tradizionali usati per trattare i disturbi convulsivi e l’epilessia sono associati a numerosi effetti collaterali avversi, molti dei quali potenzialmente pericolosi.

Uno studio pubblicato dall’American Family Physician sottolinea che molti dei farmaci usati per trattare convulsioni ed epilessia non riescono a controllare adeguatamente le convulsioni e il 25 – 40% dei pazienti epilettici continua ad avere convulsioni nonostante il trattamento con farmaci antiepilettici tradizionali.

La percentuale di pazienti affetti da convulsioni che lamenta effetti collaterali associati a farmaci antiepilettici può arrivare al 61 %.

I farmaci antiepilettici di nuova generazione sono forse più efficaci, ma il loro potenziale di effetti collaterali gravi deve comunque essere valutato attentamente in termini di rapporto rischi – benefici.

Lesioni del tratto cervicale superiore, convulsioni ed epilessia

Senza uno scambio costante di segnali nervosi dall’encefalo al corpo e viceversa attraverso il tronco encefalico non può esserci una normale attività neurologica e questo può essere un fattore critico nello sviluppo dei disturbi convulsivi.

Il Complesso di Disallineamento dell’Atlante, cioè un disallineamento della prima vertebra cervicale (C1) tale da costringere le fibre nervose che vi scorrono all’interno, può influenzare la funzionalità del tronco encefalico producendo una congestione dell’attività neurologica e scatenare una “tempesta elettrica” nel cervello in grado di evolvere in convulsioni.

La correzione specifica UpperCervical è una forma di trattamento non invasiva che mira a migliorare le condizioni di attività del tronco encefalico ripristinando lo spazio ottimale in cui esso è alloggiato all’interno della prima vertebra cervicale. Alleggerendo il tronco encefalico da costrizioni strutturali anche lievi, si allevia l’irritazione a carico del sistema nervoso e si recuperano le condizioni per un’attività neurologica equilibrata.

È importante farsi controllare da un chiropratico specializzato nel tratto cervicale superiore che sia in grado di determinare se un problema neurologico nell’area superiore del collo possa contribuire a scatenare convulsioni.

Trattamento UpperCervical e convulsioni

Sono stati pubblicati molti casi clinici che documentano i benefici della correzione chiropratica specifica UpperCervicalper i disturbi convulsivi. Sia nei bambini che negli adulti si può ottenere una riduzione nella frequenza e nella gravità delle convulsioni, con sempre minore dipendenza da alti dosaggi farmacologici che il neurologo di riferimento dei pazienti sarà in grado di apprezzare. È anche possibile la remissione totale.

Naturalmente l’approccio UpperCervicalnon si propone come cura per l’epilessia. Il riallineamento delle vertebre che alloggiano il tronco encefalico, eseguito con pressioni controllate, precise e graduali, ha lo scopo di alleviare la congestione dell’attività nervosa che è la causa primaria di qualsiasi disturbo neurologico.

Chi soffre di convulsioni o epilessia  può chiedere un consulto con il Dr. Asif Khan contattando lo studio di Cattolica tramite i riferimenti presenti nella sezione contatti di questo sito.

Elaboreremo un programma di sedute di correzione UpperCervical specifico per le esigenze di ogni paziente. Chiamate oggi stesso!

Bibliografia e studi clinici

  • Alcantara,et al: Chiropractic Management of a Patient with Subluxations,Low Back Pain and Epileptic seizures. J Manipulative Physiol Ther.1998 (Jul-Aug); 21 (6):410-418.
  • Amalu, W. Cortical Blindness, Cerebral Palsy, Epilepsy, and Recurring Otitis Media: A Case Study in Chiropractic Management. Today’sChiropractic. May 1998.
  • Angeleri F, Majkowski J, Cacchio G. Posttraumatic epilepsy risk factors: one-year prospective study after head injury. Epilepsia 1999 Sep; 40(9):1222-30.
  • Annegers JF, Coan SP.The risks of epilepsy after traumatic brain injury. Seizure 2000 Oct; 9(7):453-7.
  • Arky,R.,et al., Physicians’Desk Reference (PDR). Montvale, NJ. Medical Economics Data Production Co., 2005.
  • Asikainen I, et al.: Early and late posttraumatic seizures in traumatic brain injury rehabilitation patients: brain injury factors causing late seizures and influence of seizures on long-term outcome. Epilepsia 1999 May; 40(5):584-9.
  • Barlow KM, Spowart JJ, Minns RA. Early posttraumatic seizures in non-accidental head injury: relation to outcome. DevMed Child Neurol 2000 Sep; 42(9):591-4.
  • Clear D, Chadwick DW. Seizures provoked by blows to the head. Epilepsia 2000 Feb; 41(2): 243-4.
  • Curry, et al.: American Family Physician, Newer Antiepileptic Drugs: Gabapentin, Lamotrigine, Felbamate, Topiramate and Fosphenytoin. HersheyMedical Center, Hershey,PA, 1998.
  • Dias MS, Carnevale F, Li V. Immediate posttraumatic seizures: is routine hospitalization necessary? PediatrNeurosurg 1999 May;30(5):232-8.
  • Elster, E.L.: Treatment of Bipolar,Seizure, and Sleep Disorders and Migraine Headaches Utilizing a Chiropractic Technique. JMPT, March 2004.
  • Gambino,D.W.Brain injured child with seizures benefits from chiropractic care. Chiropractic Pediatrics Vol. 2, No. 1, Oct.1995.
  • Goodman R., Mosby J. Cessation of a seizure disorder: correction of the atlas subluxation complex. Chiropractic:J of Chiropractic Research and Clinical Investigation.Jul 1990,Vol 6(2) pp.43-46.
  • Guyton, A. and Hall, J.: Textbook of Medical Physiology. Philadelphia, W.B. Saunders Co., 2000.
  • Hermansen MC.Potential for brief but severe intrapartum injury among neonates with early-onset seizures. Am J ObstetGynecol 2001 Mar;184(4):782-3.
  • Hospers LA,EG and CEEG studies before and after upper cervical or SOT category 1 1 adjustment in children after head trauma, in epilepsy, and in “hyperactivity.” Proc of the N at’l Conference on Chiropractic and Pediatrics (ICA) 1992;84-139.
  • Hyman CA.Chiropractic Adjustments and the reduction of petit mal seizures in a five-year-old make: a case study. Journal of Clinical Chiropractic Pediatrics Vol. 1 No.1 Jan 1996.
  • Ludice A,Murri L.Pharmacological prophylaxis of post-traumatic epilepsy. Drugs 2000 May;59(5):1091-9.
  • Langley C. Epileptic seizures, Nocturnal enuresis, ADD.Chiropractic Pediatrics Vol 1 No. 1, April, 1994.
  • Ratan SK, et al.: Predictors of posttraumatic convulsions in head-injured children. PediatrNeurosurg 1999 Mar;30(3):127-31.
  • Rosenberg HJ, et al.: A comparative study of trauma and posttraumatic stress disorder prevalence in epilepsy patients and Psychogenic nonepileptic seizure patients. Epilepsia 2000 Apr; 41(4):447-52.
  • Singer RB.Incidence of seizures after traumatic brain injury-a 50-year population survey. J Insur Med 2001; 33(1):42-5.
  • Sirven, J.I. et al; New antiepileptic drugs; Overcoming the limitations of traditional therapy; Postgraduate Medicine Vol 10, No 1,JULY 1997