ALLERGIE – Una nuova prospettiva.
Con il metodo americano Upper Cervical le allergie non sono più una condanna senza appello

Con l’arrivo della primavera, a fare più notizia per molti non saranno le nuove collezioni di moda ma il ritorno delle allergie e le loro conseguenze. Infatti quelli che per alcuni sono solo fiori in boccio e arietta marzolina per molti sono la stagione dei fastidi e della netta riduzione della qualità della vita.
Le allergie sono sostanzialmente un disordine del sistema immunitario. Il nostro sistema immunitario ha la funzione di riconoscere e rimuovere dal nostro corpo le sostanze dannose o pericolose usando vari metodi: infiammazione, starnuti, tosse, vomito ecc. Una reazione allergica invece si verifica quando il sistema immunitario si attiva contro sostanze che solitamente sono innocue (polline, polvere, arachidi ecc.). La reazione allergica di fatto non è provocata dalla sostanza in sé ma dal fatto che il nostro corpo interpreta la sostanza come potenzialmente pericolosa.
La soluzione più comune è il ricorso ai farmaci e, siccome non ci sono farmaci per curare le allergie, si fa ricorso agli antistaminici, nel tentativo di tamponare almeno i sintomi (occhi che lacrimano, irritazione, rossore, congestione) provocati dalle istamine. Tuttavia le più recenti risultanze della ricerca scientifica nel campo della fisiologia evidenziano che questa reattività anomala del sistema immunitario è dovuta ad un disturbo ad un livello superiore, di tipo neurologico, riconducibile principalmente alla Sindrome da Compressione del Tronco Encefalico.
Già nel 1993 un gruppo di ricercatori dell’Università di Calgary ha scoperto un rapporto diretto fra la funzionalità del sistema immunitario e la piena e corretta operatività di una porzione specifica nella parte più alta del midollo spinale. Studi preliminari hanno evidenziato che una correzione della compressione sul tronco encefalico nel 48% dei casi ha portato ad un incremento delle cellule CD4 e a promuovere l’attività delle immunoglobuline IgA, IgG e IgM già nell’arco di 6 mesi.
Lo specialista Upper Cervical è un professionista preparato specificamente nella gestione dei disallineamenti responsabili della compressione del tronco encefalico. Senza ricorrere né a farmaci, né tanto meno a manipolazioni, analizza dettagliatamente l’eventuale assetto anomalo delle vertebre cervicali alte (atlante ed epistrofeo) e con una correzione precisa e calibrata ripristina il giusto assetto della struttura ossea consentendo ai nervi di riprendere la loro corretta attività. Non somministra quindi una cura per le allergie, ma mette l’intero sistema neurologico ed immunitario nelle condizioni di reagire correttamente agli agenti ambientali, riattivando le naturali risorse fisiologiche.